Godspeed You Black Emperor!

Alt! Qui non si tratta nè di nuove uscite, ne di progetti futuri, ne di chisà cosa, in quanto i Godspeed You Black Emperor! sono dal 2003 in uno stato di iato permanente, tuttavia non se ne può non parlare in un sito simile, in quanto, forse più di tutti, sono il gruppo che meglio rappresentano e incarnano lo spirito del genere.

Formatisi nel 1994 a Montreal, prendono il nome da un documentario giapponese risalente al 1976. Il gruppo è composto da nove musicisti, ed è celebre per la sua musica strumentale dall’attitudine classica, con svariati movimenti per ogni pezzo, e l’affiancamento della musica con composizioni artistiche e performance visuali.

f♯a♯∞ coverNel 1994 fanno uscire All Lights Fucked on the Hairy Amp Drooling, uscito su cassetta a tiratura limitatissima, 33 copie, infatti è un disco introvabile, ma si fanno notare con la loro attività live e soprattutto con l’uscita di F♯A♯∞, del 1997, disco assolutamente esaltato dalla critica e considerato uno dei dischi chiave del post rock.

A questo seguiranno, nei tre anni successivi, le due più belle produzioni del gruppo, l’ep Slow Riot for New Zerø Kanada e soprattutto il doppio Cd Lift Your Skinny Fists Like Antennas to Heaven, arrivando persino a guadagnarsi una copertina della rivista mainstream per eccellenza, l’NME.

Nel 2002 variano il nome del gruppo in Godspeed You! Black Emperor, e fanno uscire Yanqui U.X.O. prodotto da Steve Albini, nel frattempo i singoli membri della band iniziano a lavorare a progetti paralleli, che sfalderanno il gruppo creando tuttavia una infinità di band satellite, tra le quali si distingueranno soprattutto gli A Silver Mount Zion, band formata da Efrim Menuck, chitarrista e principale riferimento della stampa, quindi visto come il leader dei Godspeed You Black Emperor, che invece era più un collettivo di musicisti, che una vera e propria band.

Altre band importanti nate dalle ceneri del gruppo sono: 1-Speed Bike, Fly Pan Am, Hrsta e Set Fire to Flames, da associare a un altra decina di progetti minori.

Mentre giriamo i pollici in attesa di un nuovo loro progetto, ecco un loro video live di Storm, tratto da Lift Your Skinny Fists Like Antennas to Heaven

Da segnalare inoltre la pagina relativa alla discografia, in cui si possono trovare spezzoni dei singoli muovimenti che compongono le loro produzioni, e ben rendono l’idea della musica dei GYBE!, oltre a un assaggio dei vari progetti odierni.

Annunci