Mi and L’au – Eac Lame

mi2.jpgA dover scegliere un colore per questo album, direi sicuramente il bianco. Il colore della neve delle terre finniche dove i due musicisti vivono, il colore delle loro anime pure e candide che mettono a nudo offrendocele in dono senza remore ne paure. In questa piccola scatola dei sogni troviamo ninna nanne sghembe che sarebbero perfette per i cartoon “bartoniani” (They Marry), melodie soffici e dolci mai invasive, costruite su di un filo di chitarra e con l’aiuto alterno di piano, viole e violini o xilofoni che ti rimandano a quando eri bambino e per la prima volta percuotevi uno strumento (philosopher); Ma anche momenti più cupi anche se legati a momenti felici (New born child). Emotività che tocca punte assolute e paragoni che si sprecano tra la tarda nico, certo Chet Baker e le grandi coppie musicali della storia da Jhon&Yoko(meno attivisti) a Serge Gainsbourg & Jane Birkin (meno Bonnie&Clyde). La loro storia è singolare e fa capire come sia possibile esprimere in musica sentimenti e passioni così soavi,dall’incontro nella splendida Parigi, a quello con Devendra Banhart che li porta alla Young God Records, per arrivare al trasferimento in Finlandia, luogo dove il loro calore trova per assurdo la fiamma che l’accende e dove trovano il mood giusto per comporre, in un piccolo cottage lontano da tutto e tutti solo loro e il freddo vento del nord. Trovata la pace, trovata la fiamma.

To listen something go to: http://www.myspace.com/miandlauspace

Annunci