Updates from agosto, 2007 Attiva/disattiva nidificazione dei commenti | Scorciatoie da tastiera

  • violentlover 3:09 pm il August 9, 2007 Permalink | Rispondi  

    New Sounds – Destronics 

    Riprendiamo il nostro cammino tra le band più interessanti del panorama internazionale, passando questa volta per la Francia, e più preciasemente in quel di Lione per incontrare il sound electro dei Destronics. Il duo transalpino si rifà ad un suono alla Justice, che è figlio tanto del french touch alla Daft Punk quanto a band che hanno fatto la storia del rock come Led Zeppelin e Rage Against the Machine. Il duo composto da Quentin Lechemia e Patrice Chatelus, fonde l’impeto propio di una live band con i suoni elettronici in stile Air. Alternano brani duri e potenti, con chitarre grasse a momenti più emozionali come in “Praying to a Coma”. Assolutamente un nome da tenere d’occhio per il futuro.

    http://www.myspace.com/destronics

    Annunci
     
  • woland783 4:50 pm il March 2, 2007 Permalink | Rispondi  

    AIR – Once Upon A Time Video 

    Interessanti (quanto surreali) discussioni sta suscitando il nostro post sul nuovo disco degli Air, intitolato Pocket Symphony. A qualcuno piace, ad altri no… Adate qui per dire la vostra! Intanto per il 12 marzo è prevista l’uscita del primo singolo, Once Upon a Time. Siamo andati su YouTube a recuperare il video… Eccovelo!

     
  • hullabaloo4 8:10 pm il November 17, 2006 Permalink | Rispondi  

    Air – Pocket Symphony 

    Ecco l’ennesima band di cui si attendeva con ansia il ritorno! Il 6 Marzo uscirà “Pocket Symphony”, nuovo disco del duo francese Air

    Prodotto da Nigel Godrich, che ha lavorato con artisti del calibro di Radiohead e Beck, si avvarrà delle collaborazioni di Neil Hannon (leader dei Divine Comedy) e di Jarvis Cocker, dei Pulp, con cui gli Air avevano già collaborato nella produzione dell’ultimo disco di Charlotte Gainsbourg.

    Da Sottolineare la ricerca sonora di Nicolas Godin e Jean-Benoît Dunckel, che in quest’ultimo disco hanno usato strumenti tipici della cultura giapponese e cinese, come il Koto e lo Shamisen.

    Ecco la Tracklist!

    Space maker
    Once upon a time
    Hell of a party
    Napalm love
    Mayfair song
    Left bank
    Photograph
    Mer du Japon
    Lost message
    Somewhere between walking and sleeping
    Redhead girl
    Night sight

    Ed il video di Cherry Blossom Girl, da Talkie Walkie.

    [Update: il video di Once upon a time, il primo singolo estratto dall’album, qui.]

     
    • hullabaloo4 3:09 am il dicembre 19, 2006 Permalink | Rispondi

      dal primo ascolto sembra bello

    • ez3kiel 2:47 pm il gennaio 25, 2007 Permalink | Rispondi

      Dal primo ascolto???
      Ma questo disco non esce il 9 marzo?

    • Daniele 11:56 am il gennaio 28, 2007 Permalink | Rispondi

      1° singolo “Once upon a time” musicalmente assai curato, come al solito, ma troppo simile a “Foreign affair” di Mike Oldfield.
      Confido nel resto dell’album.
      Ciao

    • laZybiRd 12:28 am il gennaio 29, 2007 Permalink | Rispondi

      si, dal primo ascolto…la pirateria ti da questi agi, una cosa come questa, prima privilegio per pchi, adesso è di tutti…

      Comunque io lo sto ascoltando, sono alla 3 traccia e fino a qui mi sembra vicino a quello che mi aspettavo…per fortuna meno poppeggiante di talkie walkie…

      fino a qui tutto bene…fino a qui tutto bene…il problema non è il decollo.

      E’ l’atterraggio.

    • Stef 6:10 pm il gennaio 31, 2007 Permalink | Rispondi

      A cazzari!!!!!!

    • tracker 11:14 pm il febbraio 1, 2007 Permalink | Rispondi

      Beh, Talkie Walkie mi pare il migliore, l’album della maturazione, quindi mi aspetto grandi cose da questo ultimo lavoro ( e mi auguro sia comunque meglio dell’operazione Darkel, comunque apprezzabile).

    • c'mon dream oooon 7:30 pm il febbraio 7, 2007 Permalink | Rispondi

      Lo stile è quello di sempre non c’è ke dire…
      Mi raccomando però…da non ascoltare in auto mentre si guida se si ha sonno!!!!

    • A Lad In Vein 10:56 pm il febbraio 14, 2007 Permalink | Rispondi

      beh, mi spiace doverlo ammettere ma sono finiti definitivamente i tempi di certe simpatiche stramberie para-prog (10.000hz Legend secondo me rimane il migliore). Questo e Talkie Walkie non mi sembrano molto difformi. A proposito, ma già che c’erano non potevano fare un unico doppio cd con quest’album e 5:55 di Charlotte Gainsbourg?

    • teo 8:30 am il febbraio 21, 2007 Permalink | Rispondi

      vero, la pirateria concede certi agi, ma sto giro non lo compro nemmeno morto. in genere compro i dischi, ma sto giro proprio no.
      a me fa schifo vero. una cosa su tutte: MO NO TO NO.insipido, da dormire proprio.

      che delusione, non c’è un pezzo che uno che giri con una vita propria.

      due sole parole quindi: monotonia e delusione.

      peccato.

    • teo 10:44 am il febbraio 22, 2007 Permalink | Rispondi

      l’ho ascoltato un po’ di volte e quindi ri-posto: ah! che tristezza….brrrividi di disgusto…peccatissimo.

    • VInc 3:30 pm il febbraio 28, 2007 Permalink | Rispondi

      Ma insomma sempre polemici.
      Non capite un cacchio…gli AIR sono come il sushi e specialmente questo album: la prima volta che lo mangi non ti piace, la seconda gli dedichi più attenzione, la terza capisci che non è male e dalla quarta in poi non ne fai a meno.
      Altro che monotonia…la canzone Alone in Kyoto aveva lasciato in sospeso una possiile evoluzione sonora del gruppo che il nuovo album conferma.
      Se ai tempi di moon safari ricordavano vagamente ennio morricone in un west…ora beh che dire io mi immagino “Lanterne rosse”.
      Io invece lo sto ascoltando di continuo…è molto complesso.
      Se volete ascoltarlo interamente andate su http://www.mtv.it e trovate l’esclusiva.
      CIao polemici

    • James Chance 10:19 pm il febbraio 28, 2007 Permalink | Rispondi

      A me più che altro ricorda la polenta (pure un po’ sciapa) riscaldata al microonde… Anche io ero stato colpito dalla progressiva rarefazione degli album precedenti e (pur con le dovute differenze) mi ero trovato ad adorare anche l’ultimo Talkie Walkie. Questo è un po’ di tempo che gira nel lettore e continua a farmi venir voglia di ascoltare altra roba… sarà un po’ scaduto ‘sto susci?

    • VInc 9:14 am il marzo 1, 2007 Permalink | Rispondi

      forse te conviene mangna un bel calzone…c’è sanremo se vuoi!!! :))))

    • James Chance 7:27 pm il marzo 1, 2007 Permalink | Rispondi

      preferisco le frattaglie… trippa al sugo, cervello fritto, budelline in umido… gnam gnam ;)))) dici che trovo anche quelle da pippo e la Unzi?

    • hullabaloo4 7:55 pm il marzo 1, 2007 Permalink | Rispondi

      ognuno è libero di dire la propria quissù, siamo contro la censura, ma non vi sembra di stare dicendo troppe stronzate?

    • woland783 7:57 pm il marzo 1, 2007 Permalink | Rispondi

      uahasuhsa ma no falli fare che la discussione culinaria sta prendendo pieghe interessanti! 😀

    • VInc 3:50 pm il marzo 2, 2007 Permalink | Rispondi

      basta allora capo hullabalooooo tutti a digiuno!!!!

    • VInc 4:02 pm il marzo 2, 2007 Permalink | Rispondi

      Comunque a parte gli scherzi, possibile che qui nessuno apprezzi questo album?
      Secondo me con Talkie Walkie, erano un po’ scesi: alcuni pezzi erano molto interessanti ma l’album in generale non molto.
      OOOHHH ma avete ascoltato Mer du Japon…che carica…mahh…non vi capisco.

    • James Chance 9:34 pm il marzo 2, 2007 Permalink | Rispondi

      è un disco raffinato, curatissimo (come sempre nel caso degli Air), ma dove sono finite la genialità degli esordi e i sussulti semi-sperimentali di 10.000hz legend? so che il paragone c’entra ancora meno della coratella e della pizza margherita, ma mi vengono in mente gruppi e artisti che le idee presenti in questo disco riuscivano a infilarle in una sola canzone… penso che se questo disco fosse il primo album di un gruppo esordiente nessuno se lo sarebbe filato. Pocket Symphony è l’ammazzacaffè nella carriera degli Air.

    • biccio 11:41 pm il marzo 2, 2007 Permalink | Rispondi

      Trovo abbia ragione Vinc, è un disco che va assaporato, ascoltato più di una volta. E’ solo apparentemente semplice, in realtà è un passo avanti nel lungo lavoro di ridefinizione del concetto di canzone pop che da sempre è alla base della produzione degli Air. Provate ad ascoltarlo con orecchie diverse.

    • hullabaloo4 4:28 am il marzo 4, 2007 Permalink | Rispondi

      ma quanto siete fighi, in ogni caso io per ora sono fondamentalmente d’accordo con james chance. Tuttavia devo dissentire su un fatto in quanto, secondo me, questo disco paragonato a musica simile è comunque a livelli belli alti, il motivo fondamentale per cui ha subito sta vagonata di critiche è che gli air ci hanno “viziato” troppo con i dischi precedenti, di conseguenza questo è considerabile come un disco minore.
      Comunque si, senz’altro lo si dovrà riascoltare (anche io l’ho sentito un paio di volte, per poi risentirmi moon safari per ricordarmi dei cari vecchi air) perchè secondo me con un ascolto più attento si trovano delle figate che magari si sono sorvolate nei primi ascolti a freddo.

    • eraserhead 8:41 pm il marzo 4, 2007 Permalink | Rispondi

      Album straordianrio e raffinatissimo…
      Space maker e Napalm love sono avvolgenti…
      Grande musica!

    • Vinc 10:12 am il marzo 5, 2007 Permalink | Rispondi

      Appunto hai detto bene..dove sono finite la genialità degli esordi e i sussulti semi-sperimentali di 10.000hz!!!
      Erano esordi…anche se poi chi ha detto che 10000hz sia il migliore?
      Io personalmente non la penso così…10000hz è un album che all’inizio ascoltavo di continuo…ora non più così spesso…altri album invece offrono un approccio più duraturo…senza strafare all’inizio.
      Se fosse questo un album d’esordio di una band sconosciuta?Impossibile…c’è troppa maturità..forse anche un po’ di prudenza…un album d’esordio non sarebe così.
      Sicuramente quando uscirà questo benedetto album fantasma tanto atteso dei radiohead…sarà anch’esso criticato…è ovvio…dopo quello che hanno fatto…ma questa forse non è la sezione per parlare di loro.

    • AriaSky 2:36 pm il marzo 6, 2007 Permalink | Rispondi

      …sono un po’ perplessa…premetto che (non disponendo, ahimè, dei mezzi messi a disposizione dalla pirateria) ho ascoltato solo il primo singolo…e mi è sembrato buono…molto buono…mi sbaglio?…certo Moon Safari non si batte…mi ha fatto e continua a farmi sognare (fino a diventare uno dei capisaldi della mia vita!)…ma non ho provato assolutamente lo stesso per 10000hz! che non sono riuscita ad apprezzare nonostante abbia tentato di ascoltarlo svariate volte! quindi che dire…probabilmente abbiamo dei parametri diversi…del resto grazie al cielo siamo diversi! altrimenti sai che noia il mondo? saprò dirvi quando sentirò tutto il disco…
      p.s. Vinc…non credo esistano critiche plausibili dedicate agli ineguagliabili Radiohead…e sebbene ogniuno di noi resti legato a una fase del gruppo piuttosto che ad un’altra…il loro cammino musicale (e crescita spirituale) è inappuntabile!

    • Vinc 2:46 pm il marzo 6, 2007 Permalink | Rispondi

      Beh era proprio quello che intendevo dire in merito ai Radiohead…è indiscutibile…li ho presi ad esempio proprio per giungere al paradosso…scommettiamo che qualcuno avrà da ridire…perchè c’è sempre l’atteggiamento prevenuto prima o poi di dire “o nooo…sto gruppo non ha più niente da dire”.
      In merito alla pirateria…qui non c’è pirateria…il sito di mtv aveva l’esclusiva per l’ascolto del cd online…sino a 2 giorni fa purtroppo…ora non è più possibile…ma noi da bravi fans rispettosi compreremo l’originale

    • AriaSky 11:20 am il marzo 7, 2007 Permalink | Rispondi

      Comprendo perfettamente quello che dici…del resto le avrai sentite anche tu le lamentele su “Amnesiac” no? senza contare che ci sarebbero state lamentele anche se avessero continuato sull’onda di “the bends” perchè magari il gruppo non cresceva!…è così…quindi quoto appieno il tuo paradosso!

    • Vinc 5:54 pm il marzo 7, 2007 Permalink | Rispondi

      Amnesiac noooo….io vado in estasi quando lo ascolto….:)

    • ezechiele 6:27 pm il marzo 11, 2007 Permalink | Rispondi

      Pessimo disco, presuntuoso e saccente. E noioso….impossibile da ascoltare in macchina, pena l’assopimento. Mi dispiace, ho amato moon safari, 10000hz…, la colonna sonora del film della coppola ( playground love, bastava solo quel pezzo…)ma ora non ci siamo. Mi sembrano involuti e in piena crisi creativa, forse si sono spremuti per la gainsbourg, boh…peccato.

    • Vic 10:42 am il marzo 14, 2007 Permalink | Rispondi

      Aohh scusate l’inutilità di questo commento…
      ma che siete tutti tassisti che dovete ascoltà st’album in macchina..
      e rilassati un po’ e ascolatatelo a letto…magari in compagnia…ahahaha
      Buona giornata

    • ezechiele 9:40 pm il marzo 14, 2007 Permalink | Rispondi

      per vic (o vinc…)
      a parte che se sto a letto con la mia partner voglio sentire le sue parole e la sua voce e null’altro, te devi rassegna’: sto’ disco nun se po’ senti’.

    • Vinc 9:18 am il marzo 15, 2007 Permalink | Rispondi

      si ero vinc…ho dimenticato la n…ok fa niente l’ascolto io al posto degli infedeli..ahahah…

    • Ariasky 4:09 pm il marzo 16, 2007 Permalink | Rispondi

      beh…ezechiele…(Ezechiele 25.17: il cammino dell’uomo timorato è minacciato da ogni parte dalle iniquità degli esseri egoisti e dalla tirannia degli uomini malvagi. ;D)…
      (mi permetto un commento che non c’entra nulla con gli Air…solo un parere:

      a letto con il proprio partner è importante sentire la sua voce…e le sue parole…la sua pelle e i suoi respiri…ma vuoi mettere con un bel sottofondo musicale sotto?…no?

      e poi Vinc “l’ascolto io al posto degli infedeli”… 😮 ma che vuordì?

    • ezechiele 10:16 am il marzo 17, 2007 Permalink | Rispondi

      ….Ariasky, ognuno sotto metta, o si metta, o faccia mettere, ciò che preferisce… 😀

    • dntel 2:21 pm il aprile 3, 2007 Permalink | Rispondi

      ma oltre agli AIR, che ho conosciuto da poco e me ne sono subito innamorato, quale altra musica ascoltate?

    • Mik80 11:52 am il aprile 17, 2007 Permalink | Rispondi

      beh mi trovo d’accordo con Aria Sky, Moon Safari non si raggiunge, ma per il semplice fatto che rimane sulla Luna, quindi irraggiungibile. Pocket Symphony è simile a Talkie Walkie, 4-5 pezzi molto buoni, ma per il resto niente di speciale, ma da qui a dire che fa schifo ce ne passa…

    • GJ 8:05 am il maggio 8, 2007 Permalink | Rispondi

      Beh, come album forse non passerà alla storia però a me non dispiace, é come un puzzle di piacevoli atmosfere composto da tante canzoni soffuse e delicate.
      L’ho ascoltato diverse volte in questi giorni, sottofondo meditativo durante la creazione di un sito web, e devo dire che l’atmosfera rilassante ha giovato non poco al mio lavoro 😉
      Certo, ho notato anch’io che alcune canzoni si somigliano molto e le idee presenti nel disco sono sviluppate in modo molto dilatato…
      però ci sono album formati da canzoni che, prese singolarmente, colpiscono come un abbagliante in un occhio ed album che per colpire devono essere ascoltati per intero per poterne assaporare il “mood” e “Pocket symphony”, come avrete capito dalla mia frase lunghissima nella quale mi sono persa anch’io, secondo me è uno di questi 😉
      E poi c’è sempre il piacere, finito il sito, di ascoltarsi “10000Hz legend” (a mio avviso il loro album migliore, ma anche qui ho sentito opinioni discordanti) o di accendere la radio e ciucciarsi il nuovo singolo di Neffa (e poi spararasi nei c*gli*ni 😛 )
      No dai poverino… però non mi piace proprio… e a voi invece auguro buona giornata 🙂

c
scrivi un nuovo post
j
post successivo/commento successivo
k
post precedente/commento precedente
r
Rispondi
e
Modifica
o
mostra/nascondi commenti
t
torna a inizio pagina
l
vai all'accesso
h
mostra/nascondi aiuto
shift + esc
Annulla