Updates from dicembre, 2007 Attiva/disattiva nidificazione dei commenti | Scorciatoie da tastiera

  • violentlover 12:35 pm il December 19, 2007 Permalink | Rispondi  

    Kaleidoscope Festival – Giardini di Miro’ Vs. Il Fuoco 

    Arti che si scontrano, si battono e alla fine si uniscono e fondono in una comune emozione. Le superstar indie, gli emiliani Giardini di Mirò si cimentano nella sonorizzazione de “Il Fuoco” di Giovanni Pastrone (il regista di “Cabiria”,che propio in questa pellicola usa per la prima volta lo pseudonimo dannunziano di Piero Fosco); l’opera divisa in tre episodi, La Favilla, La Vampa, La Cenere, narra l’amore struggente tra il pittore Mario e la poetessa di cui si innamora e che riaccende in lui la fiamma dell’ispirazione. Accende così anche la vampa dell’ispirazione nei “Giardini”, che si spingono nel difficile campo della sonorizzazione filmica. Ad aprire la serata, ci saranno gli El-Ghor, una delle più abili realtà del panorama musicale nostrano. Una serata dalla calda avvolgenza, che vi permetterà di riscoprire le più intime emozioni del vostro animo.

    Ecco un estratto del live dei Giardini di Mirò:

    Space del festival.

    English:Arts locking horns, bumping into themselves and in the and they mix themselves and blend in a common feeling. Indie superstar, Giardini di Mirò from Emilia Romagna, attempt to give a sound to “Il fuoco” by Giovanni Pastrone (director of “Cabiria”; in this movie he use foor the fist time the nick name Pietro Fosco); This work, splitted in three episods, “La Favilla”, “La vampa”, “La cenere” tells about the distressing love between Mario the painter and the poet that makes him fall in love and that fire again the flame of inspiration. In the same way she fire the same flame in “Giardini di Mirò; they drive to the difficoult field of giving a sound to a movie. The opening act will be played by El-Ghor, one of the most valuable band in Campania. A nigh of hot atmosphere, that’ll let you discover the most profound emotion of your soul.

    Annunci
     
  • sciain 8:16 pm il May 4, 2007 Permalink | Rispondi  

    Teho Teardo d’argento 

    teho

    Vista l’attenzione richiamata da questo precedente post, è d’obbligo spendere due parole per la nomination ricevuta da Teho Teardo al Nastro d’Argento per la miglior colonna sonora.
    Dopo la nomination nel 2005 con il film “Lavorare con lentezza” di Guido Chiesa, Teardo si riconferma tra i migliori compositori italiani, dividendo la candidatura con artisti del calibro di Ennio Morricone.
    Fra i 39 film rappresentati, “L’amico di famiglia” è stato nominato per un totale di ben cinque Nastri.
    Le premiazioni dell’importante premio cinematografico avranno luogo il 23 giugno sul palco del Teatro Antico di Taormina.
    Noi le attendiamo con ansia, tifando per Teho e per il regista Sorrentino!

    Questi i candidati alla miglior colonna sonora:
    Antonio Castignanò – Nuovomondo
    Andrea Guerra – La ricerca della felicità
    Lele Marchitelli – Quale amore
    Ennio Morricone – La sconosciuta
    Pivio & Aldo De Scalzi – Piano 17 / Maradona, la mano de Dios
    Teho Teardo – L’amico di famiglia

     
  • woland783 5:14 pm il November 19, 2006 Permalink | Rispondi  

    Marie Antoinette – Colonna sonora del film. 

    Ambienti sfarzosi, vizi di corte, belle principesse, principi impacciati e gli Strokes quando meno te li aspetti. Tutto questo e molto altro nel terzo film di Sofia Coppola sull’ultima regina di Francia, Marie Antoinette, vissuta a Versaille all’epoca della rivoluzione francese.

    Da sottolineare è la scelta della colonna sonora, data l’ambientazione del film, fra cui spiccano infatti Aphex Twin accanto a Vivaldi, Squarepusher accanto a Domenico Scarlatti, poi gli Air, i già citati Strokes, i Cure, Siouxsie & The Banshees e le musiche originali di Dustin O’Halloran. Una scelta coraggiosa, come l’ha definita qualche critico, ma secondo noi più che azzeccata.

    Il trailer e qualche altra informazione sul film in questo nostro post precedente. Qui giù invece la track list completa.


    Sumptuous sceneries, court vices, beautiful princesses, clumsy princes and the Strokes when you don’t expect it to happen!
    This and much more in Sofia Coppola’s third film, based on the last queen of France, Marie Antoinette, who lived in Versaille during the French revolution.

    We must point out the choice of the OST, since the setting of the movie wouldn’t evoke such music, in which stands out Aphex Twin beside Vivaldi, Squarepusher and Domenico Scarlatti, then Air, the already mentioned Strokes, the Cure, Siouxsie & The Banshees and the original soundtrack by Dustin O’Halloran. A plucky selection, as some reviewer depicted it, but extremely suitable, according to our opinion.

    You can find the trailer and further informations in this previous post.
    Here’s the full tracklist, instead.

    Disco 1:
    1. Hong Kong Garden – Siouxsie & The Banshees
    2. Aphrodisiac – Bow Wow Wow
    3. What Ever Happened – The Strokes
    4. Pulling Our Weight – The Radio Dept.
    5. Ceremony – New Order
    6. Natural’s Not In It – Gang Of Four
    7. I Want Candy (Kevin Shields Remix) – Bow Wow Wow
    8. Kings Of The Wild Frontier – Adam & The Ants
    9. Concerto In G (Score) – Antonio Vivaldi
    10. The Melody Of A Fallen Tree – Windsor For The Derby
    11. I Don’t Like It Like This – The Radio Dept.
    12. Plainsong – The Cure

    Disco 2:
    1. Intro Versailles (Score) – Brian Reitzell
    2. Jynweythek Ylow – Aphex Twin
    3. Opus 17 (Score) – Dustin O’Halloran
    4. Il Secondo Giorno (Instrumental) – Air
    5. Keep On Boys – The Radio Dept.
    6. Opus 23 (Score) – Dustin O’Halloran
    7. Les Baricades Mysterious (Score) – Francois Couperin
    8. Fools Rush In (Kevin Shields Remix) – Bow Wow Wow
    9. Avril 14th – Aphex Twin
    10. K. 213 (Score) – Domenico Scarlatti
    11. Tommib Help Buss – Squarepusher
    12. Tristes Apprets, Pales Flambeaux – Agnes Mellon
    13. Opus 36 (Score) – Dustin O’Halloran
    14. All Cats Are Grey – The Cure

     
    • Baba 7:36 pm il novembre 20, 2006 Permalink | Rispondi

      SOFIA RULES THE WORLD

    • redmond 11:38 pm il novembre 20, 2006 Permalink | Rispondi

      strano che non ci siano i Phoenix 😀

      Comunque The melody of a fallen Tree è una delle canzoni più belle degli ultimi anni.

    • hullabaloo4 12:47 am il novembre 21, 2006 Permalink | Rispondi

      I Phoenix compaiono come attori, sarebbe stato troppo limitativo per l’ormai “mr.coppola” comparire nella colonna sonora, a versailles, per di più 🙂

    • sciain 1:40 pm il novembre 21, 2006 Permalink | Rispondi

      ma compare solo mr.coppola o il contratto prevedeva il pacchetto famiglia? =P

      comunque sono troppo curiosa, devo vederlo… e in fretta!

    • hullabaloo4 1:57 pm il novembre 21, 2006 Permalink | Rispondi

      pacchetto famiglia, compaiono tutti, ho letto che sono dei musicisti di corte, ma non sono riuscito a riconoscerli durante il film!

    • nimue 5:11 pm il novembre 28, 2006 Permalink | Rispondi

      “Aphex Twin accanto a Vivaldi, Squarepusher accanto a Domenico Scarlatti, poi gli Air”
      Mammamia interessantissimo… il film non l’ho visto ma cavolo non mi aspettavo una colonna sonora del genere…!!!!

    • Rossana 2:45 pm il agosto 19, 2007 Permalink | Rispondi

      Questo film è uno dei miei preferiti! L’ambiente e bellissimo e gli attori indossano dei vestiti stupendi ed eleganti! 100% ! Bravissimi! Un saluto per voi !Ciao!

  • hullabaloo4 2:56 am il November 15, 2006 Permalink | Rispondi  

    L’amico di Famiglia – La Colonna Sonora del film. 

    L’ultimo film di Paolo Sorrentino, intitolato L’amico di famiglia, è da pochi giorni nelle sale italiane. Contemporaneamente, nei negozi di dischi è in vendita la colonna sonora del film, che tanta ansia e curiosità ha sucitato in noi di PRN (ne abbiamo infatti già parlato qui).

    Ora che l’abbiamo ascoltata possiamo ritenerci più che soddisfatti, dato che le nostre anticipazioni sono state confermate ed in più abbiamo ritrovato Isan e Lali puna (già presenti nella OST de Le Conseguenze dell’Amore), abbiamo riscoperto un ottimo Teho Teardo (già ascoltato ne Il Fuggiasco) che ha curato le canzoni originali ed abbiamo trovato, come ci aspettavamo, artisti del calibro di Album Leaf, Notwist, Antony and the Jonsons…

    Cose che non ti capita spesso di trovare in un film italiano! Più in generale possiamo dire che l’intero film non ha deluso le nostre aspettative. E’ raro in questo periodo trovare artisti come lui in Italia e la scelta delle canzoni che compongono la colonna sonora (fatta dal regista stesso in sede di scrittura della sceneggiatura) è un’ulteriore dimostrazione di questo.

    Ma a noi non piace emettere un giudizi critici assoluti, cosa che non facciamo mai… Quindi beccatevi una se pur breve descrizione del film fatta dallo stesso Sorrentino! Cliccando su continua invece, la tracklist completa della colonna sonora.

    The last film by Paolo Sorrentino, entitled “L’amico di famiglia”, it’s now in theatres.
    At the same time, in the music stores it’s up for sale the film’s OST, which provoked us great anxiety and curiosity (infact we’ve already talked about this here).

    Now that we’ve listened it, we can consider ourselves more than satisfied, since our previsions have been largly confirmed and, in addition, we’ve recovered Isan and Lali puna (already present in “Le conseguenze dell’amore”‘s OST), we’ve rediscovered an excellent Teho Teardo (already heard in “Il fuggiasco”), who has composed the original soundtracks, and we’ve found, like we’ve previously expected, big artists such as Album Leaf, Notwist, Anthony and the Jonsons…

    Let’s say it… things that you can hardly find in Italian films!
    Generally speaking, we can say that the whole movie didn’t disappoint our expectations.
    In this period it’s rare to find in Italy artists like him and the songs’ choice (made while writing the script by the director himself) it’s a further demonstration of his faculties.

    But we don’t like to deliver unquestioning judgements, and we’ve never done things like that… so check this description of the movie (even if it’s short), made by Sorrentino himself! By clicking on “continua”, instead, you’ll find the entire tracklist of the soundtrack.

    Continua

     
    • ste 8:38 am il novembre 22, 2006 Permalink | Rispondi

      c’era anche LCD soundsystem

    • hullabaloo4 12:00 pm il novembre 22, 2006 Permalink | Rispondi

      è vero, yeah (stupid version), ma non è inserita nella colonna sonora, è solo nel film

    • Kekule 10:49 pm il novembre 24, 2006 Permalink | Rispondi

      …e mi preme far notare che Teo Theardo ha avuto la possibilità (santa Fandango) di riregistrare con la nuova ensemble, pezzi scritti ad esempio per i Modern Institute (“Post.ino”).

    • Leo 9:57 am il novembre 28, 2006 Permalink | Rispondi

      Io ho ordinato il cd. Spero che ci sia quel pezzo che si sente durante la scena dell’automobile che porta Rosalba al matrimonio, perchè è semplicemente sublime!

      • Giordano 10:45 am il agosto 16, 2014 Permalink | Rispondi

        Ciao, infatti mi diresti come reperire proprio il pezzo della limousine? Anche io lo trovo apicale

    • ff 12:53 am il dicembre 14, 2006 Permalink | Rispondi

      chi sono lcd sound system???

    • bobaz 9:58 am il maggio 11, 2007 Permalink | Rispondi

      si decisamente una colonna sonora curata e originale, anche per questo i film di sorrentino hanno qualcosa di speciale.. anche io condivido l’opinione per cui questo sia uno dei pochi film che danno ancora dignità al cinema italiano..

    • Io 6:35 pm il settembre 22, 2007 Permalink | Rispondi

      Vogliamo stare attenti a questi bot?

    • ildebe 9:41 am il ottobre 4, 2007 Permalink | Rispondi

      Complimenti per il blog. lo scopro solo ora. sigh! Davvero bello, lineare e interessante. Subito nel feed aggregator!

    • pguweqcuzto 8:26 am il novembre 5, 2007 Permalink | Rispondi

      It is particular maillot femme sexy has to relax here, miss carter svaluable contributions, and all the.

    • ejqyqobah 6:02 am il novembre 6, 2007 Permalink | Rispondi

    • jxiguwiq 1:54 pm il novembre 14, 2007 Permalink | Rispondi

    • cobonarru 5:37 pm il novembre 22, 2007 Permalink | Rispondi

      lesbian booty I lifted her to cum ripple down over herflat sensitive stomach, i said, i liked.

    • ranfesotjo 2:23 am il dicembre 21, 2007 Permalink | Rispondi

    • cartoon 1:52 am il maggio 18, 2008 Permalink | Rispondi

      . It’s cartoon porno fast as you’ll get to hear it and five.

    • Cheryll Hatteyer 4:24 am il febbraio 18, 2011 Permalink | Rispondi

      I really like the fresh perpective you did on the issue. Truly was not expecting that when I started off studying. Your concepts had been simple to understand that I wondered why I never looked at it before. Glad to know that there’s an individual out there that definitely understands what he’s discussing. Great job

  • woland783 12:59 am il October 20, 2006 Permalink | Rispondi  

    Friday Night Craziness #1 – “Weird Al” Yankovic 

    Famosissimo in America e praticamente sconosciuto qui in Italia, Alfred Matthew Yankovic, meglio conosciuto come Weird Al, è un cantante, un comico, un parodista, un suonatore di fisarmonica, un regista (tutti i suoi video sono diretti da lui) e un produttore televisivo. Vincitore del Grammy Award e con dischi in cima alla classifica Billboard,Weird Al è specializzato in cover satiriche di canzoni famose, a cui allega spesso e volentieri video che ricordano i video originali ma letti in chiave molto particolare. Due esempi sono i video che vi mostriamo di seguito. Rispettivamente: Smells Like Teen Spirits dei Nirvana e Gangster Paradise di Coolio. Il Secondo video (e molto altro) lo trovate cliccando su continua. Fate attenzione anche ai testi!!!

    Incredibly popular in the U.S. and parctically unknown here in Italy, Alfred Matthew Yankovich, aka Weird Al, is a singer, a comedian, a parodist [mmm???], accordion player, a director (he directs all his videos) and television producer. Grammy Award winner with albums at the top of the charts, Weird Al is specialised in satirical covers of famous songs, that he usually will accompany with a video resembling the one of the original song. Two examples are the videos under here.
    Rispectively:Smells Like Teen Spirits dei Nirvana e Gangster Paradise by Coolio. The second (and much more) you will find by clicking “continua”. Pay attention to the lyrics!

    Smells Like Nirvana

    Continua

     
    • Johnie 7:06 am il marzo 9, 2007 Permalink | Rispondi

      This site is very nice and helpfull!

  • hullabaloo4 7:16 pm il October 15, 2006 Permalink | Rispondi  

    Digressione Cinematografica 

    Da ora a natale usciranno ottimi film, sappiatelo.

    Ne segnaliamo 4 su tutti che dovrebbero beneomale lasciare il segno, fare breccia nei nostri cuori e renderci un pò più felici di vivere su questa terra, nonostante Kim Jong-il abbia l’atomica

    su tutti: The Science of Sleep, di Michel Gondry (per inciso, non è sicuro che esca per natale, si spera, ecco)

    Il regista francese, regista e co-premio oscar con Charlie Kaufman per la sceneggiatura del suo film Eternal Sunshine of The Spotless Mind, si è messo alla prova con il suo primo film sceneggiato completamente da lui, e non girato ad hollywood, bensì in terra natìa, e con numerose incursioni biografiche nel protagonista del film, Stephane, interpretato da Gael Garcia Bernal.

    Gondry, oltre ad essere regista cinematografico, con il tre film sulle spalle per chi non lo sapesse, è probabilmente il più grande regista di videoclip della storia

    la protagonista femminile è Charlotte Gainsbourg, figlia di Serge e nuova icona del cinema indipendente (chi non l’avesse vista in Nuovomondo di Crialese rimedi al più presto) che è anche lei una new entry nel club dei cantanti/attori, con il disco 5.55, registrato in collaborazione con gli Air (ne parleremo poi, tranquilli!).

    Da segnalare anche la presenza nel cast di Alain Chabat e di Miou Miou.

    godeveti il trailer!

    Between now and Christmas many good films will be coming out.

    We’re talking about four that should leave a mark, open up our hearts and make us happier to live on this earth, even though Kin Jong-il has the bomb.

    Among all: The Science of Sleep, by Micheal Gondry (actually it’s not sure it’s coming out before Christmas, we hope so, though)

    French director, co-Oscar with Charlie Kaufman for The Eternal Sunshine of the Spotless Mind’s screenplay, tested himself with his first film entirely written by him, not recorded in Hollywood but on native soil, and with many biographic incursions from the protagonist of the film, interpreted by Gael Garcia Bernal.

    Gondry not only is a film director, of three films if anybody wants to know, but is also probably the best videoclip director in history.

    The female protagonist is Charlotte Gainsbourg, Serge’s daughter, new icon of indie films (who hasn’t seen her in Nuovomondo and Crialese needs to put rimedy to that immediately) and is a new entry in the singers/actors club, with the album 5.55, recorded in collaboration with Air (we will talk about that later, don’t worry!)

    Notice in the cast the presence of Alain Chabat and Miou Miou.

    Enjoy the trailer!

    Gli altri Film Sono Marie Antoinette (di Sofia Coppola), A Scanner Darkly (Di Richard Linklater) e L’Amico di Famiglia (di Paolo Sorrentino). Cliccate su Continua!

    The other films are Marie Antoinette by Sofia Coppola, A Scanner Darkly by Richard Linkater and L’Amico di Famiglia by Paolo Sorrentino. Click “continua”!

    Continua…

     
  • woland783 3:51 pm il October 14, 2006 Permalink | Rispondi  

    Mogwai – Zidane OST 

    Zidane, un portrait du 21e siècle è, come avrete intuito dal titolo, un documentario sul nostro alce francese preferito. Se ve ne parliano non è per dirvi che è il momento giusto per rispolverarei vari giochetti in flash, i vari blog, i vari video che sono spuntati dopo la famosa testata di Zizou a Materazzi, ma perchè i 4 pezzi che compongono la colonna sonora di questo film (che consiste nelle riprese in tempo reale di una intera partita dal punto di vista di Zidane) sono nientepopodimenochè dei Mogwai. E siccome sono dei gran bei pezzi, vi consigliamo di recuperarli in giro e di ascoltarli… se poi proprio non li trovate… andate qua! Qui giù il trailer del film.

    Zidane, un portrait du 21e siecle is, as you imagined from the title, a documentary on our favourite french elk [animal with prongs that headbutts stuff, supposed to be a “joke”]. If we talk about it it’s not to tell you that i is the moment to look back at the flash games, various blogs, video that came out after the famous headbutting of Zidane inflicted on Materazzi, but because the 4 pieces that compose the soundtrack of this movie (that is the recording in real time of the game under Zidane’s point of view) are by Mogwai. And because they are nice pieces, we recomend you find them and listn to them… and if you can’t find them… you can go here!. Under is the trailer.

    Technorati technorati tags: , , , , , ,

     
c
scrivi un nuovo post
j
post successivo/commento successivo
k
post precedente/commento precedente
r
Rispondi
e
Modifica
o
mostra/nascondi commenti
t
torna a inizio pagina
l
vai all'accesso
h
mostra/nascondi aiuto
shift + esc
Annulla