Updates from ottobre, 2007 Attiva/disattiva nidificazione dei commenti | Scorciatoie da tastiera

  • violentlover 2:29 pm il October 23, 2007 Permalink | Rispondi  

    Nuove Uscite 

    Il periodo ottobre/novembre, oltre a trasportarci dall’autunno all’inverno, ci porta anche in una nuova atmosfera musicale, fatta di un mood diverso da quello estivo. Le nuove uscite discografiche rimarcano questo concetto. Così è per il nuovo disco del producer danese Trentemoller dal titolo “The Chronicles” e per l’ultima fatica di Swayzak, duo inglese che nell’ ultimo lavoro abbandona i suoni minimalisti per avvicinare sonorità elettroniche più psichedeliche e dopo quasi 15 anni di carriera sono sempre al passo con i tempi anche i questo “Some Other Country”. I grandi Underworld escono con “Oblivion With Bells”, lavoro cupo e decadente come non mai. Nuovo ed incantevole disco per lo svedese Josè Gonzales, con “In Our Nature”; disco uscito a fine settembre ma che si associa per umoralità alle altre release citate fin ora. Si rifà viva anche Roìsìn Murphy, la bionda ex leader dei Moloko, con il suo “Overpowered”, album dalle sonorità vagamente electro. Nuovo disco anche per Sam Bean aka Iron and Wine, che con il suo “The Shepherd’s Dog” porta a piena maturazione il suo discorso folk/avant-country. Rimanendo in tema di folk sperimentale, nuovi lavori anche per gli islandesi Seabear (per amanti dei Mùm) e Okkervil River. Ritorna anche una delle band culto del scena kraut-elettronica mondiale, gli Einsturzende Neubauten di Blixa Bargeland, con “Alles Wieder Offen”, tutto è ancora aperto e possono ancora dire la loro. Infine tre uscite dal sapore meno “freddo”, sono quelle degli Amari con il nuovo “Scimmie d’ amore” e dei The GO!Team con”Proof of Youth”. Ultima e doverosa citazione per “Late NightTales“, volume compilato in questa occasione da Norman Cook ovvero il signor Fatboy Slim, che per questa uscita ri-edita tra gli altri brani di Kraftwerk e Velvet Underground. Si prospetta davvero un bel inverno.

    Enjoy!!!

    English: The time between october and november, apart from taking us from autumn to winter, take us in a new musical atmosphere, made up of a different mood from the summer one. New recording issues point out that idea. In This way is the new album of Trentemoller, Danish producer, called “The Chronicles” and The last work of Swayzak, English due; in the last time Swayzak has left behind a minimal sound to meet an electronic sound more psychedelic, and after almost 15 years of career is always in step with time even with this “Some Other Country”. The great Underworld issue with “Oblivion with Bells”, as dark and decadent as never. New and amazing album for the Swedish Josè Gonzales, with “In Our Nature”; album issued in the end of september but it’s linked to the other releases for mood. Roìsìn Murphy come out also again, the blonde girl ex leader of Moloko, with her “Overpowered”, album with sounds vaguely electro. New issue for Sam Bean aka Iron and Wine also, with his “The Shepers’d Dog” has developed his speech about folk/avant-country. Staying on the sperimental folk topic, new works for Seabear (adviced to Mùm’s lovers) and Okkervil River, from Iceland. The  Einsturzende Neubauten of Blixa Bargeland, one of the cult band in the kraut-electro scene, come back with a new album, “Alles Wieder Offen”,that means “Everything is still opened” and as a matter of fact, they can still have their say. In the end there are three new issues not so “cold” as the other ones; they are from “Amari” (their albul is called “Scimmie d’amore”) and from The GO!Team (its name is “Proof of Youth). At last but not the least “Late NightTales“, a compilation made up by Norman Cook, to be more precise Mr. Fatboy Slim, that in that issues had edited again some songs from Kraftwerk and Velvet Underground. A very good winter looks possible.

    Enjoy!!!

    Thanks to the Glove for the translation.

     
  • violentlover 4:33 pm il August 26, 2007 Permalink | Rispondi  

    Audiomi – Avellino 31 Agosto/2 Settembre 

    Prende vita la prima edizione di Audiomi, festival irpino che vedrà esibirsi nella 3 giorni, band dagli stili e dall’approccio multiforme. La prima serata, sarà aperta dai Deny, band locale fresca di disco per la Seahorse Recordings, dedita ad un suono tanto melodico quanto influenzato dal noise di matrice Motorpsycho; a seguire l’istituzione avellinese Funny Dunny fautori di un sound ruvido estremamente rock’n’roll con inserti surf e blues. Sarà poi la volta dei The Gentlemen’s Agreement, con le loro urla bucoliche, usando strumenti insoliti(un Ukulele, un Cavaquinho, e uno Xilophono) daranno vita ad un caratteristico suono swing/folk rurale e un live che vi colpirà. A chiudere la prima serata, i The Ultra Twist, band senese dal sound garage/punk e un live set “terroristico”. La seconda serata verrà aperta dal rock dei Moon Lab, seguito dallo stoner “heavy” e compatto degli avellinesi “purosangue” Tom Bosley, vicini alle sonorità care a band come i Fu Manchu. A chiudere il garage/rock dei salernitani The Provincials e le bombe sonoriche dei fiorentini d’adozione Miranda, con il loro suono obliquo e destrutturato. La serata conclusiva, vedrà esibirsi gli Habanaroma di Victor Quinones, gruppo cubano di sette elementi, ed infine il post/jazz dei Blojeau. Un occasione da cogliere per assistere a concerti che uniscono alla varietà, la qualità della musica. Audiomi vi aspetta dal 31 agosto al 2 settembre nella villa comunale di Avellino.

    Space

    audiomi.jpg

     
  • woland783 12:05 am il August 3, 2007 Permalink | Rispondi  

    Ariano Folkfestival – 12-21 Agosto / Ariano Irpino (AV) 

    AFFBuone notizie per tutti gli amanti italiani del Folk: dal 17 al 21 agosto si terrà infatti ad Ariano Irpino (AV) la dodicesima edizione dell’Ariano Folkfestival. Tanti gli ospiti internazionali quest’anno, fra cui spicca, fresca del nuovo disco intitolato Super Taranta, la Gipsy-Punk band Gogol Bordello (di cui potete ascoltare un intero concerto qui!). E’ prevista inoltre un’area campeggio, in cui è possibile alloggiare pagando solo 10 euro per tutti e 5 i giorni del festival.

    L’elenco completo dei gruppi che si esibiranno al festival potete trovarlo qui giù. A questo indirizzo invece il sito ufficiale, con tutte le informazioni di cui avete bisogno.

    [Si ringraziano lo staff dell’AFF e Madama per la segnalazione]

    Ariano Folkfestival 2007
    Dal 17 al 21 Agosto, Ariano Irpino, XII edizione
    http://www.arianofolkfestival.it

    Venerdì 17
    Barbes.D + Toko Blaze (Francia)
    Sergent Garcia (Francia-Cuba)

    Sabato 18
    Boom Pam (Israele)
    Kal (Serbia)
    Dj Prutsky (Austria-Ucraina)

    Domenica 19
    La Troba Kung fu (Spagna)
    Toni vs figli di madre ignota (Italia)

    Lunedì 20
    Deladap (Repubblica Ceca)
    Kultur Shock (U.S.A.)
    Dunkelbunt (Germania)

    Martedì 21 – Ingresso 10 euro (maglietta e birra omaggio)
    Acquaragia Drom (Italia)
    Gogol Bordello (U.S.A.)

    Inizio concerti ore 21 – Ingresso gratuito per tutto il resto

    Campeggio 10 euro con pass valido 5 giorni

     
  • woland783 2:19 pm il April 28, 2007 Permalink | Rispondi  

    Holmes 

    Continuiamo dal post precedente la serie delle segnalazioni ricevute via mail! Ci ha contattato stavolta il gruppo svedese di nome Holmes, formazione indie pop composta da 7 membri formatasi nel 2002. Con 5 registrazioni all’attivo, fra dischi ed ep, ed un tour europeo in programma la band si presenta al mondo tramite una pagina MySpace un po’ scarna di informazioni biografiche, ma con ben 5 canzoni scaricabili gratuitamente. Quanto basta per cominciare a farsi un’idea approfondita. Chi volesse continuare, poi, la conoscenza degli Holmes, potrà acquistare il disco “So Far, So So” o l’EP “I Thought of the Law” a rispettivamente 9 e 5 euro spedizioni incluse. In attesa di vederli anche dalle nostre parti, inseriamo nel player qui giù la bellissima “Carpent Diem” tratta da All is Fair in Love & Carpenting, di cui consigliamo caldamente l’ascolto.

     
  • violentlover 11:23 am il April 25, 2007 Permalink | Rispondi  

    Mi and L’au – Eac Lame 

    mi2.jpgA dover scegliere un colore per questo album, direi sicuramente il bianco. Il colore della neve delle terre finniche dove i due musicisti vivono, il colore delle loro anime pure e candide che mettono a nudo offrendocele in dono senza remore ne paure. In questa piccola scatola dei sogni troviamo ninna nanne sghembe che sarebbero perfette per i cartoon “bartoniani” (They Marry), melodie soffici e dolci mai invasive, costruite su di un filo di chitarra e con l’aiuto alterno di piano, viole e violini o xilofoni che ti rimandano a quando eri bambino e per la prima volta percuotevi uno strumento (philosopher); Ma anche momenti più cupi anche se legati a momenti felici (New born child). Emotività che tocca punte assolute e paragoni che si sprecano tra la tarda nico, certo Chet Baker e le grandi coppie musicali della storia da Jhon&Yoko(meno attivisti) a Serge Gainsbourg & Jane Birkin (meno Bonnie&Clyde). La loro storia è singolare e fa capire come sia possibile esprimere in musica sentimenti e passioni così soavi,dall’incontro nella splendida Parigi, a quello con Devendra Banhart che li porta alla Young God Records, per arrivare al trasferimento in Finlandia, luogo dove il loro calore trova per assurdo la fiamma che l’accende e dove trovano il mood giusto per comporre, in un piccolo cottage lontano da tutto e tutti solo loro e il freddo vento del nord. Trovata la pace, trovata la fiamma.

    To listen something go to: http://www.myspace.com/miandlauspace

     
  • woland783 6:31 pm il April 2, 2007 Permalink | Rispondi  

    Iron & Wine: 7 nuove canzoni da ascoltare! 

    Come preannunciato nel post precedente, ecco qualche informazione in più sul nuovo disco di Iron & Wine, al secolo Sam Beam, cantautore folk americano. Il disco, come abbiamo già detto, si chiamerà The Shepherd’s Dog, sarà nei negozi a settembre di quest’anno e sarà composto da 12 tracce, come potrete vedere nella track list che vi proponiamo di seguito. In un’intervista all’Independent (che trovate qui), Beam ha dichiarato, a proposito del nuovo album: “I don’t know how to describe it – it’s born out of confusion. It’s not a political propaganda record, but it’s definitely inspired by political confusion, because I was really taken aback when Bush got reelected“. Un disco non politico, quindi, ma ispirato dalla confusione politica che ha portato Bush ad essere rieletto. E dato che eravamo curiosi di sentire qualcosa da questo nuovo lavoro, siamo andati su youtube a recuperare i video delle canzoni tratte da The Sphepherd’s Dog che sono state già presentate durante la performance live al Messiah College… Ne abbiamo trovate ben 7 e ve le incolliamo di seguito! Qui giù, con la sua barba e la sua simpatia, potete vederlo cantare “Resurrection Fern“. Su continua ben sei altre canzoni: “Pagan Angel in a Borrowed Car“, “The Love Song of the Buzzard“, “House by the Sea“, “Carousel“, “Boy With a Coin” e “Peace Beneath the City“. Direi che bastano per farci un’idea!

    Tracklist:

    1. “Pagan Angel and a Borrowed Car”
    2. “White Tooth Man”
    3. “Lovesong of the Buzzard”
    4. “Carousel”
    5. “House by the Sea”
    6. “Innocent Bones”
    7. “Wolves (Song of the Shepherd’s Dog)”
    8. “Resurrection Fern”
    9. “Boy with a Coin”
    10. “The Devil Never Sleeps”
    11. “Peace Beneath the City”
    12. “Flightless Bird, American Mouth”

    Resurrection Fern:

    Continua, con altri sei video!

     
  • woland783 7:31 pm il March 14, 2007 Permalink | Rispondi  

    Arthur & Yu – In Camera 

    Arthur & Yu (cui avevamo già accennato a proposito del nuovo disco di Dntel) è un giovane duo folk di Seattle formato da Grant Olsen & Sonya Westcott che sta per fare il suo esordio nel mondo della musica con un disco prodotto da una label che sta per fare il suo esordio nel mondo della musica. Il disco si chiamerà In Camera e la label si chiamerà Hardly Art, label che sta nascendo in queste ore da una costola della Sub Pop ad opera di Jonathan Poneman, che evidentemente non ha digerito l’idea che il 49% della Sub sia in mano alla Warner e ha deciso di tornare al vecchio sano indie. Scelta azzeccata evidentemente, se dobbiamo giudicare dai primi frutti. Per ascoltare In Camera dovremo aspettare il 19 giugno, ma un anticipo potete trovarlo su myspace. La pagina della Hardly Art, per ora ancora quasi vuota, la trovate invece a questo indirizzo. Di seguito la track list.

    1.  Absurd Heroes Manifesto
    2. Come to View (song for Neil Yung)
    3. Birds
    4. Afterglow
    5. Lobby Lights
    6. A Thausand Words
    7. Lion’s Mouth
    8. The Ghost of Old Bull Lee
    9. Half Years
    10. Black Bear

    [via Soundsblog]

     
  • woland783 12:11 am il March 13, 2007 Permalink | Rispondi  

    Bright Eyes – Four Winds Video 

    Four Winds, primo singolo estratto dal nuovo disco di Bright Eyes è in vendita nei negozi di dischi da pochi giorni, accompagnato da ben 5 b-sides. Il 2006 è stato infatti un anno molto gravido per Bright Eyes: si calcola che Conor Oberst e compagni abbiano registrato lo scorso anno fra le 25 e le 30 canzoni di cui solo 13 entreranno a far parte di Cassadaga, il loro prossimo album in uscita il 9 aprile (e, si dice, disponibile da poche ore in rete… ma noi non vi abbiamo detto niente). L’inedita “Susan Miller Rag” verrà invece inviata in esclusiva su cd da 3” o vinile da 7” a coloro i quali prenoteranno in anticipo il disco tramite il mini-sito allestito dalla Saddle Creek, da cui per altro è possibile ascoltare ben 3 pezzi, scaricare sfondi, buddy icons, icone animate, vedere foto e video ed altro ancora. Trovate il mini-sito a questo indirizzo. Cliccando su continua invece, la track list del nuovo disco e track list dell’ep di Four Winds. Di seguito il video del primo singolo.

    Continua

     
c
scrivi un nuovo post
j
post successivo/commento successivo
k
post precedente/commento precedente
r
Rispondi
e
Modifica
o
mostra/nascondi commenti
t
torna a inizio pagina
l
vai all'accesso
h
mostra/nascondi aiuto
shift + esc
Annulla