Updates from maggio, 2007 Attiva/disattiva nidificazione dei commenti | Scorciatoie da tastiera

  • woland783 12:33 am il May 31, 2007 Permalink | Rispondi  

    Gondry e il cubo di Rubik 

    Michel Gondry è uno dei clipmakers preferiti qui a PRN, autore di opere d’arte mascherate da videoclip e di vere e proprie follie che testimoniano quanto il regista di Eternal Sunshine of The Spotless Mind sia senza ombra di dubbio un genio.

    L’ultima trovata di Gondry è apparsa un po’ di tempo fa su internet: il regista voleva infatti dimostrarci la sua bravura a risolvere il cubo di Rubik in pochi secondi con i piedi! Ma è tutto vero? Nel video che segue scopriremo come ha fatto!

    Ciao Michel, ti vogliamo bene… anche se hai provato a prenderci tutti per culo! 😀

     
  • woland783 12:42 am il March 2, 2007 Permalink | Rispondi  

    Michel Gondry – Star Guitar’s Making Of 

    In passato abbiamo dedicato una monografia a Michel Gondry, uno dei registi e clipmakers preferiti da noi di PRN. Uno dei video presenti nella monografia era quello della canzone Star Guitar dei Chemical Brothers, video in cui gli elementi del paesaggio visto da un treno si ripetevano a suon di musica. Oggi abbiamo trovato, grazie al blog Inertia Creeps, il video che racconta le fasi della creazione del progetto: qualora non vi foste fatti ancora un’idea di quanto sia geniale e visionario questo regista, vi consigliamo caldamente di vederlo! Qui di seguito il video, più giù il making of.

     
    • QA 8:43 pm il marzo 5, 2007 Permalink | Rispondi

      This is one of the best music videos ever! Is this the prototype that was pitched to The Chemical Brothers that got Gondry the gig? What is the story behind this clip?

      (pardon the posting in English)

  • hullabaloo4 3:04 am il November 27, 2006 Permalink | Rispondi  

    Blue Orchid Remix 

    Non c’è bisogno di alcun commento, se non per sottolineare che questo cd esiste davvero, si trova in 45 giri a edizione limitatissima! E con questo beccatevi il making di The Hardest Button to Button!

    There’s no need to comment, but for point out that this CD is really existing, and it’s a 12″ vinyl in limited edition… and now enjoy the making of “The hardest button to button”!

     
    • sciain 3:10 pm il novembre 27, 2006 Permalink | Rispondi

      ecco, quando vedo certe cose poi non riesco più a riprendermi!
      oh michel, michel… perchè sei tu michel??

  • hullabaloo4 1:59 pm il October 29, 2006 Permalink | Rispondi  

    Clipmakers [#3: Spike Jonze] 

    Spike Jonze è l’uomo che, partendo da riprese amatoriali di skaters verso la fine degli anni ’80, e successivamente, facendo uscire videoclip tra i più innovativi mai creati, è riuscito a conquistare un posto che conta ad Hollywood e diventare probabilmente il più autorevole regista indipendente contemporaneo.

    Nato e cresciuto nel Maryland, Jonze si fa un nome, nei primi anni ’90, lavorando con gruppi post-grunge, e pochi anni dopo iniziando a collaborare con artisti Hip Hop come i Beastie Boys, o band indie-rock, come i Weezer.

    Come per Gondry, il colpaccio di Jonze è l’incontro con Charlie Kaufman, sceneggiatore assolutamente rivoluzionario, che nei film diretti da loro due, quattro in tutto, ha ricevuto 3 nomination all’oscar per la miglior sceneggiatura originale e vinto uno, non è certo il primo coglione che capita.

    Con la sceneggiatura di Kaufman esce nel 1999 l’opera prima di Jonze il film Essere John Malkovich, molto apprezzato dalla critica, che porta il nostro Spike nell’olimpo dei filmaker indipendenti, posizione rinsaldata dalla nuova collaborazione con Kaufman, nel 2002, con Il Ladro di Orchidee che gli farà vincere l’orso d’argento a Berlino per la miglior regia.

    Ex marito di Sofia Coppola, si vocifera abbia ispirato il personaggio di John, in Lost in Translation, nel film interpretato da Giovanni Ribisi.

    Oltre a essere regista ha lavorato come attore in qualche film (Three Kings su tutti) ed è un importante produttore, e per giunta è uno dei creatori di “Jackass”, che non è cosa da poco.

    Lo stile “videoclipparo” di Jonze è surreale, terribilmente creativo e senza dubbio eccentrico, in cui situazioni completamente assurde, vengono inserite in contesti comuni e quotidiane. Tipiche di Jonze sono le citazioni di Show Tv e B-Movies, e spesso nei suoi video sono presenti coreografie, che sono senza dubbio il suo principale “marchio di fabbrica”.

    Ed Ecco a voi, Ladies & Gentleman, Weapon of Choice

    Clicca Continua per il resto della monografia.
    Continua!

     
  • hullabaloo4 8:05 pm il October 23, 2006 Permalink | Rispondi  

    Clipmakers [#2: Michel Gondry] 

    Michel Gondry è in assoluto il nome a cui si fa più riferimento quando si parla di videoclip, colui con cui tutti i musicisti vorrebbero collaborare, ma che pochi riscono ad avere, l’unico a rendere i suoi lavori delle piccole “opere d’arte” a detta di tutti nel settore.

    Nato a Versailles, in Francia, ha cominciato ha girare videoclip per il suo gruppo, i francesissimi e terribilmente vintage Oui Oui, per poi lasciare la band e lavorare come regista a tempo pieno, collaborando negli anni ’90 con artisti quali Bjork, Rolling Stones e Massive Attack, che lo hanno portato in auge e fatto scoprire anche da Charlie Kaufman e da Hollywood, dove ha diretto due film: Human Nature e soprattutto Eternal Sunshine of The Spotless Mind.

    Eternal Sunshine of the Spotless Mind l’ha reso famoso nel mondo intero e gli ha anche fatto vincere l’oscar per la miglior sceneggiatura originale, scritta con Pierre Bismuth e lo stesso Kaufman.

    A breve uscirà il suo film The Science of Sleep, di cui abbiamo già parlato qualche post fa

    Tratto distintivo dei lavori di Gondry è l’atmosfera onirica, sognante, quasi infantile, presente in tutti i video, che associata a una potenza notevole delle immagini (spesso senza l’uso della computer-grafica) e a intrecci e idee difficili da concepire lo rendono assolutamente un regista unico, di certo quello che più di tutti ha rivoluzionato il concetto di videoclip, che dopo Gondry può finalmente essere definito una nuova forma d’arte.

    In Homepage c’è Around The World, dei Daft Punk, dimostrazione effettiva della genialità di Gondry, ma se cliccate su continua ci sono altri video e chicche niente male.

    Continua

     
    • vanessa 8:33 pm il ottobre 23, 2006 Permalink | Rispondi

      No one is like mr. Gondry.
      Deve avere degli occhi diversi dai nostri, solo lui riesce a vedere certe cose… certi istanti, certe emozioni.

    • giugiu 9:32 am il ottobre 24, 2006 Permalink | Rispondi

      Ciao!
      Simpatico il tuo blog. Io sono una nuova blogger su questo sito, e non ho ancora nessun lettore…
      passate a trovarmi!
      G.

    • paoloechiaro 10:37 am il ottobre 24, 2006 Permalink | Rispondi

      Eternal Sunshine of the Spotless Mind passato in italia con un titolo idiota, è tra i migliori film americani degli ultimi anni, poi il tema musicale di Beck…grande. ora aspetto il nuovo film con la Gainsbourg.

    • Andrea@Bluevolvox 7:34 pm il ottobre 30, 2006 Permalink | Rispondi

      Come ho fatto a vivere finora senza PRN ? 😉

    • Sara 5:24 pm il novembre 27, 2007 Permalink | Rispondi

      Ciao!
      E’ sempre una goia trovare qualcuno che condivida le tue passioni, anche se trovo difficile non rimanere ammaliati da una simile personalità! ^^
      Cercando qua e là sul web mi sono ritrovata qui.. causa TESI.
      Essendo uno dei miei registi favoriti ho pensato di dare l’addio alla mia amata/odiata università con una tesi proprio su Gondry.
      Mi piacerebbe affrontare il tema dell'”artigianalità” tipica dei film gondryniani che spesso e volentieri fa a meno della computer graphics per affidarsi all’imponderabilità della creatività “umana”, anche se onestamente l’aggettivo umano mal si accosta ad un simile personaggio.
      Purtroppo, fatta eccezione di 2 libri (“The Mind of the Modern Moviemaker: Twenty Conversations with the New Generation of Filmmakers” di Joshua Horowitz e l’italiano “Music Video” di A. Amaducci e S. Arcagni)
      non riesco a trovare del materiale al quale fare riferimento,
      Se qualcuno può aiutarmi gliene sarei infinitamente grata!!!

      • Andrea 8:47 pm il gennaio 18, 2011 Permalink | Rispondi

        Ciao Sara,
        wow ne è passato di tempo da quando nel 2007 hai scritto questo post per chiedere aiuto su una tesi su Gondry e mi dispiace vedere che nessuno ti ha mai risposto…
        Beh, anche io ora vorrei scrivere una tesi proprio su Gondry, ma come te allora, non riesco a trovare tanto materiale. Alla fine a te come è andata? L’hai poi scritta la tesi sul nostro caro genio? Se hai tempo, ti va di fare due chiacchiere via mail? Ho bisogno di un po di aiuto anche io (visto che i prof e gli assistenti non ne sanno un tubo!)
        Te ne sarei immensamente grato!
        La mia mail è andreatravertino@tiscali.it
        spero di sentirti presto.
        Grazie, ciao!

c
scrivi un nuovo post
j
post successivo/commento successivo
k
post precedente/commento precedente
r
Rispondi
e
Modifica
o
mostra/nascondi commenti
t
torna a inizio pagina
l
vai all'accesso
h
mostra/nascondi aiuto
shift + esc
Annulla